Lingua:
Sito Ufficiale Assessorato al Turismo Comune di San Teodoro
             
   
 LUOGHI    _Spiaggia Cala Girgolu
 

Dove la natura scolpisce il granito

 

Anche conosciuta come Cala Girgolu, ci si arriva percorrendo la strada statale 125 direzione San Teodoro-Olbia verso nord, per poi svoltare a destra al bivio presso la località Montipitrosu. Impossibile non visitare Cala Ghjlgólu… Immagina un continuo rincorrersi di calette candide e scogliere di granito rosa modellate in forme affascinanti, i profumi della macchia mediterranea e il turchese brillante delle acque trasparenti. Cala Ghjlgólu ti regala tutto questo e altre infinite suggestioni. Piccoli percorsi consentono di spostarsi da una caletta all’altra con lo sfondo della torreggiante isola di Tavolara e alle spalle una vegetazione da stato di natura.
Cala Ghjlgólu è anche il luogo della famosa conformazione granitica nota come il gallo di Gallura e la tartaruga, frutto dell’erosione eolica di millenni e deturpata quest’ultima in pochi minuti da mani incivili e di altre rocce cosiddette tafonate, ovvero appunto erose in cavità alveolari (tafoni) anche di notevoli dimensioni dagli stessi cristalli di quarzo del granito che, sbriciolati, ruotano vorticosamente trasportati dal vento e dall’azione dell’aria salmastra. Percorrendo la strada sterrata avvicinandoci alla spiaggia, già si gode di una vista imponente: l’isola di Tavolara si staglia imperiosa sul mare dai colori brillantissimi, lo stagno e la spiaggia di l’Aldia Bianca (la guardia bianca) sul confine con il vicino comune di Loiri Porto San Paolo. La macchia mediterranea di Cala Ghjlgólu nasconde inoltre residenze esclusive in stile mediterraneo celate fra le rocce granitiche, sapientemente realizzate anche in tempi non recentissimi.
 


 
 
 
       
© Comune di San Teodoro tutti i diritti sono riservati,
vietata la riproduzione dei contenuti se non autorizzata.